Seleziona una pagina

Don Pietro D’Incà, direttore dell’orfanotrofio di Belluno e assessore comunale, viene fermato da un ufficiale austriaco che gli ordina di seguirlo per seppellire un morto: «Mi trovai a dover seppellire un uomo ucciso a colpi di bastone, che aveva la testa fracassata orribilmente. Seppi che l’avevano ucciso alcuni soldati […] perché volevano impossessarsi di una mucca che egli conduceva».

Listen to “1918_15 luglio” on Spreaker.